Monthly Archives: agosto 2013


Scommesse su Eventi Simulati, la Legislazione Italiana

Immagine da SkyBet su virtual horse race

Scommesse su cavalli virtuali

E’ solo questione di tempo: entro l’autunno, anche in Italia si potrà scommettere su eventi simulati online, conosciuti nel mondo anglosassone come “virtual races”. La scommessa su evento simulato è un servizio diffuso all’estero già da anni, ma che la regolamentazione italiana non ha consentito fino ad ora. Sarà una grande novità per gli appassionati del gioco, come già commentavamo in un precedente post.

A mettere una pezza alla legislazione è stata l’Area Monopoli di Stato (AAMS), l’autorità che regola tutto il comparto del gioco pubblico in Italia. Il suo compito è monitorare gli operatori e prendere misure contro il gioco praticato illegalmente al fine di tutelare i consumatori (in particolare minorenni e persone mentalmente deboli).Read more: Scommesse su Eventi Simulati, la Legislazione Italiana

Dati di mercato – Lancio imminente

Riprendiamo un recente articolo di Giocnews in cui si sostiene che il business delle corse di cavalli reali è in declino, mentre è verosimile ritenere che le corse virtuali siano in crescita continua. Nel 2011, un rapporto della Gambling Commission sul gioco nel Regno unito affermava che la spesa sui giochi d’azzardo sarebbe salita del 9,2 percento (da9.04 miliardi di sterline nel 2011 a 9.87 miliardi di sterline nel 2015) e in questo passaggio le corse virtuali potevano essere classificate come uno dei giochi d’azzardo in crescita, quindi si può ipotizzare un aumento fino al 9,2 percento di questa attività nell’arco di questi 4 anni. Nello specifico, osservando il bookmaker Ladbrokes, leader in Regno Unito, si è registrata una crescita nella vendita al dettaglio dal 3,8 percento nel 2012, in linea con le previsioni del rapporto.

Lo sport virtuale è il prossimo prodotto più importante per il mercato del gaming italiano. In Italia le aziende operano attraverso una licenza pubblica e i due principali canali di mercato sono quello fisico e l’online. Negli ultimi anni il mercato italiano del gioco ha registrato una crescita costante, più significativamente nel segmento online. E questo prodotto potrebbe rappresentare un motivo di crescita in più…