Crisi dell’ippica, crollano le scommesse. Ora arrivano le corse virtuali

Nel febbraio 2012, RaiSport dedicava alla crisi dell’ippica un breve ma significativo servizio, che vi suggerisco di vedere:

Con la crisi hanno chiuso i maggiori ippodromi, e gli appassionati di scommesse non hanno più cavalli su cui puntare. Mentre da un lato gli studiosi stanno cercando modi creativi per salvare lavoratori e cavalli, le agenzie di scommesse sono riuscite ad ottenere il varo della normativa sul settore delle corse virtuali (febbrario 2013), conosciute dal grande pubblico anche come virtual races.

Grazie a questo, importanti aziende hanno tradotto i propri software per gare virtuali in italiano, attirando l’attenzione di importanti aziende di scommesse, come Sisal. Ci si aspetta che questa nuova tipologia di gioco, già molto diffusa nel Regno Unito, avrà grande successo in Italia, dove potrebbero essere organizzate corse virtuali di cani e cavalli, gare virtuali di moto e formula 1, e partite virtuali di tennis e calcio.

Per avere le ultime notizie, continua a seguirmi su virtualraces.it!


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>